…Sarebbe un ologramma!

E se la realtà stessa fosse un ologramma interpretato dalla mente?

L’olografia è la tecnica che consente di realizzare immagini tridimensionali, chiamate ologrammi.

L’olografia è una tecnica fotografica che si basa su un’illusione ottica. I personaggi o le figure rappresentate in quel momento, sembrano reali ma in realtà non ci sono.

L’olografia, come funziona

Grazie all’olografia si riesce a duplicare la realtà o creare dal nulla personaggi, oggetti o figure che non esistono. Possiamo classificare un ologramma come una forma di realtà virtuale, che non necessita l’uso di visori.

Grazie all’olografia e agli ologrammi la nostra realtà diventa una realtà aumentata.

Cosa può fare e cosa possiamo fare con l’olografia


Le tecniche olografiche consentono oggi di proiettare la realtà anche a migliaia di chilometri di distanza.

L’olografia consente di costruire immagini che riproducono la realtà o immagini di fantasia, in maniera molto realistica. Come se esistessero veramente. 

Ad esempio un manager può partecipare ad una riunione, senza essere fisicamente presente nel posto in cui si tiene ma come se lo fosse realmente, grazie alla sua immagine proiettata con le tecniche olografiche. Un po’ come accade anche con la telepresenza, ma senza la necessità di avere un robot.

Grazie all’uso degli ologrammi si sta sviluppando un’assistente virtuale in grado di aiutarci nei problemi quotidiani. Tra questi c’è Azuma Hikari che è uno dei primi assistenti virtuali sotto forma di ologramma.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *